Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Chi siamo > Statuto

Statuto

SCARICA LO STATUTO (PDF)
SELEZIONA ARTICOLO   
TORNA ALL'INDICE GENERALE

1. Il recesso è regolato dall’art. 24 del codice civile ed è produttivo di effetti nei riguardi dell’intera organizzazione confederale.

 

2. Equivale a dichiarazione di recesso la deliberazione successiva con la quale si aderisce ad altra organizzazione nazionale giuridicamente riconosciuta di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo, se non sia stata comunicata e concordata preventivamente con Confcooperative secondo le procedure stabilite dal Regolamento sulle adesioni di Confcooperative Nazionale. In tal caso si applicano le norme del precedente comma.

 

3. Della dichiarazione di recesso prende atto Confcooperative Nazionale e ne dà comunicazione a tutte le strutture territoriali e settoriali interessate. Essa è produttiva di effetti giuridici secondo l’art. 24 comma 2 del codice civile.

 

4. L’esclusione è disposta nei confronti degli enti aderenti che non ottemperino agli obblighi statutari ovvero turbino la compagine sociale ovvero non siano in possesso dei requisiti e delle caratteristiche di cui allo statuto ed ai regolamenti confederali o comunque arrechino, con la loro condotta, pregiudizio morale o materiale all’organizzazione nel suo complesso ed a tutti i livelli [confederale centrale o periferica].

 

5. L’esclusione è proposta dagli organi di Confcooperative Pordenone ed assume efficacia dopo la cancellazione dai ruoli confederali deliberata dal Consiglio di Presidenza di Confcooperative Nazionale. Si applica l’articolo 9 del Regolamento sulle adesioni di Confcooperative Nazionale.

 

6. L’esclusione è produttiva di effetti nei riguardi dell’intera organizzazione nel suo complesso ed a tutti i livelli.

 

7. Gli enti esclusi sono obbligati nei confronti della Confederazione sino al momento della loro esclusione.

indietro