Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Chi siamo > Statuto

Statuto

SCARICA LO STATUTO (PDF)
SELEZIONA ARTICOLO   
TORNA ALL'INDICE GENERALE

1. L’Assemblea provinciale è costituita dagli enti aderenti in regola con il versamento del contributo associativo e dagli altri enti o soggetti che hanno diritto a parteciparvi a norma dello statuto confederale. Per la partecipazione all’Assemblea e per l’elezione degli organi si applicano le norme regolamentari previste dallo statuto confederale.

 

2. L’Assemblea è convocata in via ordinaria dal Presidente su deliberazione del Consiglio provinciale ogni quattro anni per lo svolgimento dei compiti di cui all’articolo 7 e deve tenersi nel semestre precedente l’Assemblea nazionale che provvede alla elezione degli organi confederali secondo quanto previsto dallo statuto confederale.

 

3. L’Assemblea è convocata annualmente con i compiti di cui alle lettere c) e d) dell’articolo 7 e, in via straordinaria, quando il Consiglio provinciale ne ravvisi l’utilità o quando ne faccia richiesta almeno un terzo degli enti aderenti.

 

4. In caso di Assemblea convocata per il rinnovo delle cariche sociali ovvero per l’elezione dei delegati all’Assemblea nazionale partecipano con diritto di voto gli enti aderenti che, almeno 30 giorni prima della celebrazione della stessa, siano in regola con il versamento del contributo associativo relativo ai quattro esercizi precedenti.

 

5. Confcooperative Pordenone potrà comunicare tempestivamente a Confcooperative Nazionale l’elenco degli enti in regola. In mancanza di detta comunicazione, Confcooperative Nazionale potrà rinviare l’Assemblea e intervenire presso Confcooperative Pordenone con un proprio delegato.

 

6. Qualora si proceda nel corso del mandato alla elezione del Consiglio provinciale, questo verrà eletto con le norme applicate nella precedente Assemblea nazionale e avrà durata fino alla scadenza originariamente prevista per il precedente Consiglio, comunque coincidente con il semestre antecedente l’Assemblea nazionale.

 

7. I temi, gli argomenti e le modalità di preparazione e svolgimento dell’Assemblea sono fissati dal Consiglio provinciale con regolamento. Si applica in ogni caso l’art. 2 del Regolamento confederale e tutti i provvedimenti in ordine all’elezione dei delegati, all’ordinato svolgimento dell’assemblea ed alla composizione delle controversie sono adottate dalla Commissione dell’Assemblea istituita in base alla suddetta disposizione.

 

8. L’avviso di convocazione dell’Assemblea, contenente le proposizioni del Consiglio provinciale e l’ordine del giorno dei lavori, è trasmesso a tutti gli enti aderenti almeno 40 giorni prima dalla data stabilita per la celebrazione dell’Assemblea quando è prevista l’elezione delle cariche sociali. Negli altri casi l’avviso è trasmesso almeno 15 giorni prima dalla data stabilita per la celebrazione dell’Assemblea.

 

9. L’Assemblea provinciale nomina l’ufficio di Presidenza, i Segretari, e la Commissione per la verifica dei poteri, quando essa ha all’ordine del giorno l’elezione degli organi provinciali. Negli altri casi è presieduta dal Presidente di Confcooperative Pordenone.

 

10. In via ordinaria le votazioni avvengono per alzata di mano o per appello nominale e per scrutinio segreto quando almeno un quinto dei partecipanti ne faccia richiesta.

 

11. Alle riunioni dell’Assemblea partecipano, senza diritto di voto, qualora non siano delegati, i componenti del Consiglio provinciale, del Consiglio di Presidenza, dell’organo di controllo, e il Direttore e, se nominato, il Segretario generale. Partecipano, inoltre, senza diritto di voto qualora non siano delegati, gli ex Presidenti di Confcooperative Pordenone.

 

12. Il numero dei delegati spettanti agli enti aderenti verrà determinato secondo quanto disposto nel Regolamento dell’Assemblea di Confcooperative Nazionale.

 

13. Le liste dei candidati a consiglieri provinciali da eleggere in seduta plenaria ai sensi dell’articolo 7, comma 1, lett. a), dovranno essere sottoscritte da almeno un decimo dei delegati all’Assemblea.

indietro