Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME >

Creare una cooperativa

Avviare una cooperativa

Subito dopo la costituzione la Cooperativa dovrà:

 

  • provvedere a richiedere il numero di Partiva IVA che diventerà anche il numero di iscrizione della società nel Registro Imprese;
  • procedere alla vidimazione dei libri sociali (presso C.C.I.A.A. o notaio per libri assemblee, soci, Consiglio di Amministrazione, Collegio sindacale ove previsto); per il libro giornale e il libro inventari è stata soppressa la vidimazione e si procede al semplice assolvimento dell'imposta di bollo secondo le modalità previste dalla Legge 18/10/2001 n. 383 (è comunque riconosciuta la facoltà di procedere alla vidimazione del libro giornale e del libro inventari da parte di coloro che lo ritengono opportuno).

 

Per il Registro dei cespiti ammortizzabili e i Registri IVA non è più prevista né la vidimazione iniziale né l'assolvimento dell'imposta di bollo.
Sarà compito dello Studio Notarile:

 

  • depositare l'Atto presso l'Agenzia delle Entrate (Ufficio del Registro);
  • depositare l'Atto presso la Camera di Commercio la quale attribuirà subito il numero di iscrizione nel R.E.A. (Repertorio Economico Amministrativo);

 

la Camera di Commercio dopo aver controllato e registrato l'Atto restituirà al notaio n. 2 copie dell'Atto vistate e così destinate: una per l'iscrizione presso l'Ufficio territoriale del Governo - Servizio Vigilanza sulle società cooperative (ex Prefettura) e una per la Direzione Provinciale del Lavoro, Servizio Politiche del Lavoro, Ufficio Cooperazione;
quando la Cooperativa inizia l'attività ed ogni qualvolta dovesse intraprenderne una nuova, deve comunicarlo, entro 30 giorni, alla Camera di Commercio e all'Agenzia delle Entrate.
Per tale fase, per far fronte agli adempimenti richiesti, la Confcooperative assiste le proprie associate tramite l'ufficio competente.