Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Dalle cooperative

Dalle cooperative

CREDIMA SMS

CREDIMA SMS

Assemblea 2018. 3 mila soci celebrano un anno da record. Il saluto del presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli

Si sono tenute ieri, domenica 15 aprile, l’assemblea annuale di Credima, la società di mutuo soccorso di Friulovest banca, per il rinnovo triennale delle cariche sociali e l’approvazione del bilancio di esercizio 2017 e la dodicesima “Giornata della salute”, occasione per fare prevenzione attraverso check-up mirati grazie al supporto delle associazioni locali e di medici che si sono messi a disposizione per visite e controlli.

 

Decisamente positivi i dati con cui si è chiuso il 2017 che, per chi crede alle ricorrenze numeriche, è stato l’anno del 3: 3 mila soci, oltre 3 mila le richieste di sostegno erogate e 33 gli incontri dedicati alla salute nei comuni del territorio abbracciato dalla Società di mutuo soccorso, tra la provincia di Pordenone, il Sandanielese e il Codroipese.

 

Tra questi, da segnalare il forum contro le fake news in campo sanitario, e specialmente sulla questione dei vaccini, a Pordenone.

 

Più di mille tesserati hanno inoltre ottenuto, nel 2017, almeno un rimborso Credima, segno dell’attenzione prestata al controllo medico periodico e manifestazione d’interesse verso l’ampio ventaglio di attività confezionate in seno alla mutua. Sodalizio che ha anche promosso tre distinte campagne di prevenzione in vari ambiti medici.

 

Per quanto riguarda i rimborsi riconosciuti ai soci e ai figli minorenni, si registra una crescita del 32% del sostegno relativo al ticket sanitario, che ha raggiunto quasi 500 sussidi, e quello relativo alle spese di salute dei figli minorenni, aumentato del 23%, attestandosi a 1.219 interventi nel 2017.

 

Capitolo a parte per “Abbiamo a cuore il tuo cuore” che sta andando a costituire la più grande rete di comuni cardioprotetti d’Italia: sono stati 39 i defibrillatori installati nei vari paesi aderenti – forte il presidio a Pordenone: assieme all’associazione San Valentino sono stati “coperti” dall’apparecchiatura l’omonimo parco, piazzetta Cavour, la stazione e la zona del tribunale –, mentre centinaia di persone sono state formate per utilizzarli in caso di attacco cardiaco.

 

La giornata è stata anche dedicata al ricordo del compianto presidente Vinicio Milan: «Un grande cooperatore – dice il presidente di Friulovest banca, Lino Mian – e una persona di rara sensibilità: grazie al suo lavoro straordinario, nei sei anni in cui è stato alla guida, è raddoppiato il numero dei soci. Aveva uno slancio altruistico straordinario e si è speso per la causa anche nei lunghi mesi della malattia».

 

Milan che è sempre stato il più grande sostenitore di un altro progetto legato alla prevenzione: si tratta del primo intervento pediatrico, grazie al quale sono state formate 1.500 persone per intervenire con celerità in una cinquantina di scuole materne pubbliche e private delle province di Pordenone e Udine.

Collegato a questo c’è anche Keep the beat, l’iniziativa – che ha come partner il Centro studi e formazione di Gymnasium – che ha certificato l’idoneità all’utilizzo del defibrillatore di circa 5 mila studenti delle scuole superiori.

 

Fonte: Il Messaggero Veneto - Cronaca di Pordenone del 15.04.2018

 

 

 

 

Riportiamo di seguito il saluto del presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli all'Assemblea di Credima

 

 

"Ringrazio per il cortese invito all’assemblea annuale di CREDIMA e porgo a voi soci, alle autorità e agli ospiti presenti il saluto delle cooperatrici e dei cooperatori associati, come voi, a Confcooperative Pordenone.

E da socio fondatore di CREDIMA sono ben lieto di essere oggi con voi. E in particolare, quest’anno, qui a Casarsa, che ha da sempre una forte vocazione cooperativistica e mutualistica.

Desidero anch’io ricordare brevemente Vinicio, il nostro caro Presidente.

E’ sempre stato un uomo impegnato a creare ponti, collegamenti, collaborazioni. Ha sempre avuto a cuore il bene comune, la mutualità, il sostegno alla gente semplice. Lo abbiamo apprezzato per la sua dedizione ai valori della cooperazione. E, da vice presidente di Friulovest, ha creduto intensamente in CREDIMA. Rimarrà senz’altro un forte esempio per le giovani generazioni e per chi continua a credere in una società più a misura d’uomo.

Come già avevo sottolineato nell’assemblea dello scorso anno, l’attività svolta da CREDIMA favorisce il passaggio da un Servizio Sanitario esclusivamente centrato sull’ospedale al modello di sanità integrato nel territorio e, nel rispetto dei principi e del metodo del mutuo soccorso e senza finalità speculative né di lucro, dà un aiuto concreto alle famiglie per il sostegno delle spese sanitarie e non solo.

Ribadisco l’apprezzamento per l’importante lavoro che questa società svolge quotidianamente e per la lungimiranza con la quale vengono programmate le attività, in particolare le Campagne di Prevenzione, assai efficaci per la riduzione dei costi della sanità.

Mutualità significa partecipazione: vera, autentica, propositiva.

I principi del mutuo soccorso, oggi più che mai, sono di assoluta attualità.

Solidarietà e condivisione dei bisogni sono le condizioni fondamentali della mutualità e aiutano a costruire il comune buon vivere.

CREDIMA è una società di mutuo soccorso e fa parte di Confcooperative al pari delle cooperative. Appartiene al settore sanitario e auspichiamo che anche grazie all’esempio e all’apporto di CREDIMA possano nascere nel nostro territorio cooperative di medici e di altre professioni sanitarie.

Auguro un buon proseguimento per le vostre – anzi, per le nostre, dato che son socio anch’io – molteplici attività.

 

Luigi Piccoli"

  lista notizie dalle cooperative