Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Dalle cooperative

Dalle cooperative

ORTOTEATRO

ORTOTEATRO

Appuntamenti dal 2 al 5 aprile

martedì 2 aprile 2019 ore 20.30

Centro Culturale Aldo Moro - via Traversagna 4 - Cordenons

 

Comune di Cordenons, Assessorato alle Politiche Sociali, UTI Noncello e Azienda per l’Assistenza Sanitaria 5 Friuli Occidentale organizzano

SALUTE E POVERTÀ

i determinanti di salute nella popolazione

LA POVERTÀ in ITALIA e nella NOSTRA PROVINCIA dott. Mario MARCOLIN - Sociologo e ricercatore sociale

GLI EFFETTI sulla SALUTE di POVERTÀ e DISEGUAGLIANZE - dott. Mauro MARIN - Direttore del Distretto del Noncello dell’AAS5 di Pordenone

LEA delle PRESTAZIONI SOCIALI e MISURE SOCIALI di CONTRASTO alla POVERTÀ - dott.ssa Miralda LISETTO - Dirigente del Settore Servizi alla Persona e alla Comunità del Comune di Pordenone e Responsabile del Servizio

Sociale dei Comuni dell’Ambito territoriale “Noncello”.

Ingresso gratuito.

Info: Ortoteatro Centro Culturale Aldo Moro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it

 

__________________________________

 

 

mercoledì 3 aprile 2019 ore 21

Centro Culturale Aldo Moro - via Traversagna 4 - Cordenons (Pn)

 

Città di Cordenons, ERT Ente Teatrale Regionale FVG organizzano

LIBERA NOS DOMINE

Di e con Enzo Iacchetti

Regia di Alessandro Tresa

Canzoni dal vivo di E. Jannacci, F. Guccini, G. Faletti, G. Gaber, E. Iacchetti

Musiche Originali di Enzo Iacchetti

Produzione: Parmaconcerti / Nito Produzioni

 

Il nuovo spettacolo di Enzo Iacchetti, esprime il desiderio di comunicare parole e musiche nel puro stile Teatro-Canzone. Iacchetti si stacca dal cabaret per arrivare a maturare considerazioni che lo allontanano da come lo conosciamo in tv.

Chi lo ha seguito recentemente in teatro, (Il Vizietto, Matti da Slegare, Chiedo scusa al Signor Gaber) ha già colto la sua voglia di crescere, come autore e come attore.

Lo fa con uno spettacolo completamente nuovo, aiutato da effetti speciali coinvolgenti.

Solo in scena, Iacchetti è prigioniero dell’attualità e vuole liberarsi dai dubbi che lo affliggono su progresso, amore, amicizia, emigrazione, religione, offrendoci un’ultima ipotesi di rivoluzione.

Iacchetti affronta con ironia e provocazione la sua prigionia facendo ridere ma soprattutto emozionare con la rabbiosa delicatezza con cui cerca di salvarsi.

Ce la farà o sarà soltanto un grido di speranza?

Prevendita:

martedì 2 aprile dalle ore 17.30 alle 19 (dalle 16.30 ogni persona potrà ritirare un numero ordinafila);

mercoledì 3 aprile dalle ore 19.30.

Biglietti: Intero € 23 / Ridotto € 20.

Si potranno acquistare al massimo 4 biglietti cadauno.

Info: ORTOTEATRO Centro Culturale Aldo Moro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it

 

__________________________________

 

 

giovedì 4 aprile 2019 ore 20.30

Centro Culturale Aldo Moro - via Traversagna 4 - Cordenons

 

Gruppo Cordenonese del Ciavedal

in collaborazione con Comune di Cordenons, Pro Cordenons e Circolo Fotografico Cordenonese

In occasione della Festa del Friuli organizza

E LI’ PAROLIS ‘A SE FAN MUSICA

Da Erto a Cordenons le poesie diventano canzoni

Concerto di Franco Giordani, cantore del Friuli.

Poesie di Corona, Tavan, Polesel.

Con Alvise Nodale chitarra, Alessandro Turchet contrabbasso, Elvis Fior batteria.

Ingresso gratuito.

 

__________________________________

 

 

venerdì 5 aprile 2019 ore 20.30

Teatro Pileo - via Cesare Battisti 53 - Prata di Pordenone

 

Comune e Biblioteca di Prata di Pordenone in collaborazione con Ortoteatro organizzano

PRATA D’AUTORE

Incontro con l’autore

ALBERTO CANCIAN

THE JOURNEY OF JOY - AMAZZONIA

Arriva anche a Prata di Pordenone "THE JOURNEY OF JOY - AMAZZONIA", il nuovo libro di Alberto Cancian.

Dalla quarta di copertina:

"The Journey of Joy è il viaggio della felicità nei suoi due significati. È il percorso di un essere umano, che esplora i meandri dell’Amazzonia e di se stesso alla ricerca della felicità, ma è anche il viaggio della felicità stessa, che si manifesta al cercatore nel senso intimo di ogni esperienza. Il desiderio di queste pagine è quindi quello di far viaggiare, con la mente ma soprattutto con il cuore."

Dalla prefazione di Licia Colò:

Alberto è un portatore sano di positività. Non lo dico io, lo dicono le persone che lo circondano e che lo aiutano nelle sue tante iniziative finalizzate a far conoscere il mondo. Persone speciali che questo pianeta lo vivono appieno e ce lo raccontano in tanti modi diversi.

Chi conosce Alberto ne apprezza la solarità,  l'entusiasmo, il desiderio di lasciare un segno, la convinzione che ognuno di noi può contribuire alla costruzione di un mondo migliore. Non è la classica risposta alla domanda "Che cosa ti augureresti per il futuro...?", è una concreta verità, troppo spesso derisa perché ritenuta pura utopia.

Leggendo questo libro viaggeremo attraverso la Colombia. Ci stupiremo di fronte alla bellezza, e soffriremo  sorvolando foreste ferite. Capiremo il difficile stile di vita di popoli che in quegli habitat vivono, e forse ci sentiremo più vicini a madre terra,  la nostra unica, meravigliosa e fragile casa comune.

Soltanto leggendo questo libro capiremo quanto Alberto in questa "utopia" creda davvero e come faccia la sua parte comunicando il valore della fiducia, del rispetto nei confronti dell'altro, della tolleranza e dell'entusiasmo.

In particolare mi piace la sua ricerca della felicità, una felicità che si trova dietro l'angolo ma che nessuno di noi sa riconoscere.

Un libro, quello di Alberto, che fa bene alla salute e allo spirito perché non esiste medicina migliore di chi, con un sorriso, riesce ad aprire le porte della speranza.

L'AUTORE:

Nato a Pordenone una trentina di anni fa, dopo essersi laureato in management del Turismo Culturale, Alberto Cancian ha iniziato ad occuparsi della creazione e organizzazione di eventi. Tra questi PordenoneViaggia, il Festival del Viaggio e dei Viaggiatori.

Nel frattempo ha cullato l'amore per i viaggi e per la scrittura e, fra il 2013 e il 2015, è stato chiamato nell'Amazzonia colombiana per scrivere la storia inedita di un istituto missionario torinese. Dopo aver vissuto per circa due anni nella giungla amazzonica e per alcuni mesi in Asia, ha finalmente dato vita al suo terzo libro. In esso racconta la sua esperienza in Sud America, ma soprattutto condivide un messaggio profondo, che arriva al cuore, come da lì è partito. The Journey of Joy - Il Viaggio della Felicità (2019).

Ingresso gratuito.

Info: Ortoteatro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it

 

__________________________________

 

 

venerdì 5 aprile 2019 ore 20.30

Centro Culturale Aldo Moro - via Traversagna 4 - Cordenons

 

UTEA Università della Terza Età e degli Adulti di Cordenons

organizza

in occasione della Chiusura Anno Accademico 2018/19

Ortoteatro presenta

SPOON RIVER - Ortoteatro interpreta Masters, Pivano, De André

La storia di un libro che ha fatto la Storia!

È CONCERTO - SPETTACOLO - POESIA

Testi da “Antologia di Spoon River” di Edgar Lee Masters tradotti da Fernanda Pivano.

Canzoni tratte da “Non al denaro, non all’amore né al cielo” di Fabrizio De Andrè e Nicola Piovani.

Musiche eseguite dal vivo da Fabio Mazza.

Con Fabio Scaramucci e Federica Guerra.

 

Tra il 1914 e il 1915 il poeta americano Edgar Lee Masters pubblicò sul “Mirror” di St. Louis una serie di epitaffi successivamente raccolti nell’Antologia di Spoon River.

Ogni poesia racconta la vita di un personaggio, ci sono 19 storie che coinvolgono un totale di 244 personaggi che coprono praticamente tutte le categorie e i mestieri umani.

Masters si proponeva di descrivere la vita umana raccontando le vicende di un microcosmo, il paesino di Spoon River.

Il bello dei personaggi di Edgar Lee Masters, è che essendo morti non hanno più niente da perdere e quindi possono raccontare la loro vita in assoluta sincerità.

Nel 1971 Fabrizio De André pubblicò l’album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”, liberamente tratto dall’Antologia di Spoon River.

De André scelse nove delle 244 poesie e le trasformò in altrettante canzoni.

«Fabrizio ha fatto un lavoro straordinario; lui ha praticamente riscritto queste poesie rendendole attuali, perché quelle di Masters erano legate ai problemi del suo tempo, cioè a molti decenni fa. Lui le ha fatte diventare attuali e naturalmente ha cambiato profondamente quello che era il testo originale; ma io sono contenta dei suoi cambiamenti e mi pare che lui abbia molto migliorato le poesie. Sono molto più belle quelle di Fabrizio, ci tengo a sottolinearlo. Sia Masters che Fabrizio sono due grandi poeti, tutti e due pacifisti, tutti e due anarchici libertari, tutti e due evocatori di quelli che sono stati i nostri sogni. Poi Fabrizio sarà sempre attuale, è un poeta di una tale levatura che scavalca i secoli.» Fernanda Pivano

Lo spettacolo ripercorre la storia del libro, dalla sua nascita alla difficile pubblicazione in Italia.

Racconta il perché sia diventato un simbolo per più di una generazione.

E lo straordinario lavoro fatto su quei testi da Fernanda Pivano e Fabrizio De André.

Ingresso gratuito.

Info: Ortoteatro Centro Culturale Aldo Moro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it

www.uteacordenons.it

 

 

 

 

ORTOTEATRO

Centro Culturale Aldo Moro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it

Clicca MI PIACE alla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/ortoteatro-53884294290/

  lista notizie dalle cooperative