Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Primo piano

Primo piano

FALSE COOPERATIVE: GARDINI A DI MAIO, INTERVENIRE CONTRO IMPRENDITORI SENZA SCRUPOLI

FALSE COOPERATIVE: GARDINI A DI MAIO, INTERVENIRE CONTRO IMPRENDITORI SENZA SCRUPOLI

L'appello del presidente di Confcooperative, ospite nel programma di Rai 1 Settegiorni

Agire con decisione contro la falsa cooperazione che danneggia chi quotidianamente opera sul mercato con onestà, nel pieno rispetto delle leggi. È l’appello che il presidente nazionale di Confcooperative, Maurizio Gardini, ospite della trasmissione di Rai 1 Settegiorni, ha lanciato al governo affinché intervenga sul tema delle false cooperative.

 

«Si tratta di imprenditori senza scrupoli, che si servono della forma giuridica delle cooperative per sfruttare persone fragili, immigrati o italiani in difficoltà, che vengono strumentalizzate. Sono imprese che durano pochi mesi per poter sfuggire a ogni tipo di controllo, che non rispettano i contratti collettivi e sfruttano il lavoro, soprattutto le fasce più disagiate della popolazione senza nessuna tutela» ha spiegato Gardini.

 

«Con l’Alleanza delle Cooperative abbiamo presentato alla scorsa legislatura 120mila firme per una proposta di legge contro le false cooperative, e solo alcune delle nostre richieste sono state accolte nella legge di Stabilità. Siamo gli unici a chiedere controlli maggiori e norme più stringenti per le imprese che rappresentiamo. Chiediamo al governo e al ministro del Lavoro Di Maio (che sarà presente all'assemblea dell'Alleanza delle Cooperative che si terrà a Roma il 24 luglio p.v.) di riprendere il confronto sul tema del contrasto alle false cooperative» ha concluso il presidente.

 

  lista notizie in primo piano