Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Primo piano

Primo piano

LE RADICI DEL VINO: RAUSCEDO CELEBRA LA VITICOLTURA D'ECCELLENZA

LE RADICI DEL VINO: RAUSCEDO CELEBRA LA VITICOLTURA D'ECCELLENZA

Convegno su cambiamenti climatici e commercio digitale nel vigneto con Mercalli e altri illustri relatori - gran finale con Gigi Delneri. Degustazioni di vini da tutto il mondo e piatti tipici friulani. Sport, cultura, musica per tutti e laboratori per ba

Tutto pronto per l’edizione 2018 de Le Radici del Vino, grande vetrina enologica e fiera della viticoltura d’eccellenza che a Rauscedo di San Giorgio della Richinvelda (membro delle Città del Vino) dall’11 al 14 ottobre proporrà un ricco programma con mostra mercato e momenti di approfondimento per addetti ai lavori come anche eventi d’intrattenimento, sport e degustazioni rivolti a tutti. La kermesse è organizzata dall’associazione Le Radici del Vino insieme al Comune di San Giorgio della Richinvelda e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Friulovest Banca, nonché la collaborazione di Confcooperative Pordenone.

 

IL CLIMA CAMBIA ANCHE A NORDEST E LE SFIDE DIGITALI DEL COMMERCIO - Evento clou del programma il convegno di sabato 13 ottobre alle 10.30 nella sala convegni dei Vivai Cooperativi Rauscedo su Le nuove sfide della viticoltura del Nordest tra cambiamento climatico e mercato. Una mattinata in cui si affronterà la tematica della viticoltura, cercando di valutarne i possibili sviluppi nel futuro prossimo alla luce dei noti cambiamenti climatici e delle sfide del mercato digitale. Interverrà uno dei massimi esperti italiani in materia, nonché noto al grande pubblico per le sue partecipazioni a programmi televisivi: il climatologo e meteorologo Luca Mercalli. Con lui si confronterranno Diego Tomasi, direttore del Centro di ricerca della viticoltura di Conegliano; Fabio Piccoli, giornalista e anima del blog Wine Meridian, Luca Sartori della Casa Vinicola Sartori di Verona e l’assessore regionale alle risorse agroalimentari, forestali e ittiche del Friuli Venezia Giulia Stefano Zannier. Modererà l’incontro Isidoro Trovato, giornalista tra le firme dell'economia del Corriere della Sera. Tra le autorità presenti, è atteso anche il presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, insieme al sindaco di San Giorgio della Richinvelda Michele Leon, Luigi Piccoli presidente di Confcooperative Pordenone, Alfredo Bertuzzi presidente dei Vivai Cooperativi di Rauscedo e Lino Mian presidente di Friulovest Banca.

 

Da Rauscedo, capitale mondiale della barbatella e del vivaismo viticolo, si vuole così mettere a confronto una serie di personalità tecniche e commerciali e politiche dedite all’agricoltura interrogandole sugli sviluppi, a medio e lungo termine, del mondo vitivinicolo e della viticoltura per affrontare temi climatici ma anche nuove sfidde economiche e commerciali. È noto a tutti che il mercato digitale, le abitudini delle nuove generazioni e la diffusione della rete digitale hanno creato una società di internauti alla quale anche il mondo enologico deve inevitabilmente adeguarsi conservando tradizione con un occhio all’innovazione. Sono queste le due grandi sfide dei prossimi anni, clima e mercato, due variabili dalle quali gli operatori del settore vitivinicolo in larga misura dipendono e per le quali si può contribuire ad immaginare rischi e potenzialità future sia a livello locale, nazionale e globale.

 

L'incontro è organizzato dal Comune di San Giorgio della Richinvelda insieme a Confcooperative Pordenonone. Sostengono l'iniziativa la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, i Vivai Cooperativi Rauscedo, Friulovest Banca e le Città del Vino.

 

TECNOLOGIA INNOVATIVA NEL VIGNETO - Sabato 13 ottobre alle 9 si ragionerà allo spazio incontri della manifestazioe su L’innovazione in viticoltura. Space economy e digital devolution nell’incontro promosso da HFarm insieme a Friulovest Banca e all’associazione dei Giovani soci della banca stessa. Un incontro sulle nuove scoperte tecnologiche e digitali per i vigneti. Interverranno Carlo De Biasi su sensori e robot per una viticoltura smart, Luca Toninato su Space economy e digital revolution a supporto della viticoltura di precisione e Michele Morgante sulle tecniche di miglioramento genetico per una viticoltura dalla sostenibilità ambientale ed economica.

 

DELNERI TRA CALCIO A VINO - Gigi Delneri, ex giocatore e allenatore dell’Udinese (oltre che di tante altre squadre di serie A tra cui il famoso Chievo dei miracoli) è l’ospite sportivo de Le Radici del Vino 2018. Racconterà la sua vita tra calcio, vino e Friuli domenica 14 ottobre nello spazio incontri de Le Radici del Vino alle 17.30, in un incontro dedicato non solo agli addetti ai lavori della viticoltura ma a tutti gli appassionati di sport e buon bere.

 

I NUMERI DELLA MANIFESTAZIONE - Dando uno sguardo ai numeri della manifestazione Le Radici del Vino saranno ben 32 gli eventi in programma, comprese le degustazioni guidate dell’Onav ai migliori vini regionali e d’Italia, più una Piazza dei sapori con prodotti tipici gastronomici, mostre e spazi espositivi oltre all’area bimbi nella quale i più piccoli potranno divertirsi con i laboratori dedicati all’uva. Nell’Arena del gusto ben 33 specialità tipiche, mentre l’enoteca offrirà 120 vini tutti da scoprire, con uno speciale focus sulla Ribolla Gialla. La fierà viticoltura d’eccellenza potrà contare su oltre 50 espositori con tante novità per gli agricoltori in aiuto al loro lavoro tra le vigne. In più la fioreria Non solo fiori ha realizzato delle speciali opere di Land art con tralci di vite per decorare l'area festeggiamenti e le vie paesane.

 

ANTEPRIMA IN MUSICA. Si partità giovedì 11 ottobre alle 20.45 al Teatro Don Bosco con il concerto inaugurale dei Piccoli cantori di Rauscedo diretti da Cristiana Fornasier.

 

FIERA AGRICOLA - Le Radici del Vino 2018 inizierà ufficialmente alle 16 di venerdì 12 ottobre (alle 17.30 il taglio del nastro alla presenza dell'assessore regionale Stefano Zannier) della quinta edizione della Fiera agricola “Viticoltura d’Eccellenza”, che si terrà con la presenza record di 50 espositori i quali presenteranno le più recenti novità nel campo dei macchinari e prodotti agricoli, dalle irroratrici alle vendemmiatrici, dai trattori alle barbatelle solo per citarne alcuni, senza dimenticare le ultime frontiere teconologiche come l’utilizzo dei droni per monitorare i vigneti. 

 

LABORATORI DEL GUSTO - I Laboratori del Gusto sono le straordinarie degustazioni guidate proposte da Le Radici del Vino insieme all’Onav (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) nella sala del sodalizio sempre a Rauscedo. Il 12 ottobre alle 20.30 l’enologo Stefano Trinco presenterà la Passerella di Rosé: l’Italia in Rosa. Sabato 13 ottobre alle 15 la vicepresidente dell’Onav Fvg Simona Migliore condurrà la degustazione La signora in giallo dedicata alla ribolla e infine, sempre lei, domenica 14 ottobre l'ultima degustazione Con il sole nel cuore dedicata ai vini rossi di Sicilia. Inoltre sabato 13 ottobre sempre nella sala Onav alle 17 degustazione dei nuovi Pinots resistenti alle malattie della vite con Francesco Analcerio dei Vivai Cooperativi Rauscedo.

 

CONCORSO ENOLOGICO ED ENOTECA - Ribolla protagonista pure nel concorso all’interno della rassegna che proclamerà la migliore grazie al “Festival della Ribolla Gialla”. L’altro concorso è quello per individuare il "Sauvignon Principe del Friuli". I vini partecipanti e altri provenienti da varie parti del mondo, per un totale di 120 etichette tutte originate da barbatelle di Rauscedo, si potranno degustare all’enoteca aperta in tutte le date della manifestazione e denominata “Il Vino torna alle sue Radici”

 

ARENA DEL GUSTO - Le Radici del Vino sarà anche l’occasione per gustare specialità tipiche friulane e di territori limitrofi. Solo per citare alcune delle 33 prelibatezze inserite nel menù della fornita Arena del Gusto tra antipasti, primi e secondi piatti, dolci troverete prosciutto crudo di San Daniele, pitina, formadi frant, tagliolini alla trota, crespelle al radicchio rosso e salsiccia, formaggio salato con polenta, muset con il cren, baccalà con polenta, strudel e frittelle di mele. Cucina aperta il 12 ottobre alla sera, mentre il 7 e 8 ottobre lo sarà sia a pranzo che a cena.

 

AREA BIMBI - Le Radici del Vino è attento anche alle giovani generazioni, che sono il futuro dell’agricoltura in Friuli Venezia Giulia. Per questo in tutti i giorni della manifestazione sarà aperta un’area dedicata a bambine e bambini che qui potranno giocare con l’uva, partecipare a laboratori creativi e divertirsi.

 

TANTI APPUNTAMENTI - Lungo tutte le giornate della manifestazione si potrà visitare la Piazza dei Sapori, ovvero la mostra mercato dei prodotti tipici gastronomici del territorio. E poi ancora scultori e artigiani, land art con tralci di vite della fioreria Non solo fiori, mostra di pittura, fotografia e di vignette umoristiche “Spirito di vino”.

 

MUSICA, CINEMA E CULTURA - Tanti eventi per il divertimento di tutti. Venerdì 12 ottobre nell’Area gusto alle 18.30 Aperitivo Jazz con il Game Saxophone quartet. Sabato 13 ottobre alle 17 nello spazio incontri Storie di viti. Le profonde radici del vino in Friuli con Enos Costantini e Gianni Colledani. Alle 18.30 seguirà l’incontro Il mondo contadino di un tempo e ai giorni nostri con la presentazione dei libri Sangue tra le primule di Giuseppe Mariuz e Questo nostro Friuli di Giuseppe Ragogna. Alle 20.30 infine I Magredi Multivisione con il fotografo naturalista Sergio Vaccher: serata naturalistica dedicata ai Magredi e al loro territorio. Per la musica alle 18.30 nell’area gusto aperitivo concerto con il Trio Scaleno, musica Swing anni ’20. Domenica 14 ottobre alle 10.30 di nuovo in sala incontri Palidarts, Un lunari di vitis comedadis di Gianluca Franco a cura di Ferruccio Tassin con letture di Paolo Bortolussi. Alle 16 Vino all’ombra: Guida sentimentale delle osterie del Trevigiano, del Friuli e di Trieste di Chino Ermacora e Sante Cancian. Alle 16.30 all’ Area del gusto Concerto Big Band della Società Musicisti Entusiasti di Tolmezzo, mentre alle 18.30 aperitivo musicale con il gruppo Bossa.

 

SPORT E TERRITORIO - Per gli amanti del movimento all’aria aperta domenica 14 ottobre dalle 8.30 marcia delle Radici del Vino non competitiva di 7-14-21 km mentre alle 10.30 escursione sul territorio con la guida naturalistica Daniela Romanin sulla natura dei Magredi.

 

ORGANIZZATORI. Le Radici del Vino è organizzato dal Comune di San Giorgio della Richinvelda e dall’associazione omonima “Le Radici del Vino” con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Friulovest Banca. Partner preziosi la Banca stessa, Confcooperative Pordenone e Onav Pordenone. Sostengono il progetto VivaiCooperativi Rauscedo, Cantina Rauscedo, Circolo Agrario Friulano, Vitis Rauscedo, Cooperativa di Consumo di Rauscedo, I Magredi e altri partner locali.

 

  lista notizie in primo piano