Confcooperative Pordenone
Seguici su FacebookSeguici su TwitterSeguici su Google+

CERCA NEL SITO

HOME > Primo piano

Primo piano

FRIULI VENEZIA GIULIA: SOCI E ADDETTI IN CRESCITA PER CONFCOOPERATIVE

FRIULI VENEZIA GIULIA: SOCI E ADDETTI IN CRESCITA PER CONFCOOPERATIVE

Sono 616 le cooperative aderenti con un valore di produzione a 1 miliardo di euro

Sono cresciuti del 3,5% gli addetti delle 616 cooperative aderenti a Confcooperative Friuli VG, raggiungendo quota 15.758. Il dato emerge dall’ultima rilevazione annuale che considera i bilanci depositati nel corso del 2018: il valore della produzione delle cooperative si colloca a 1 miliardo di euro. Mentre i soci sono 128.856: in media, 1 nucleo familiare regionale ogni 3 ha un socio cooperatore.

 

«Il modello cooperativo ha grande attualità: basti pensare al tema dell’economia circolare nonché al generale ripensamento del sistema economico in termini di sostenibilità non solo economica, ma anche sociale e ambientale» commenta Giuseppe Graffi Brunoro, presidente regionale di Confcooperative. «In questo contesto è di grande attualità la necessità di saper distinguere tra buona e cattiva imprenditoria cooperativa: promuovendo gli investimenti e punendo le cooperative “spurie” che creano invece un gravissimo danno reputazionale alle imprese sane e virtuose. Una legge è sul tavolo del Governo, per la quale il movimento cooperativo ha raccolto migliaia di firme, e la sua calendarizzazione è urgente».

 

A trainare la crescita sono i comparti della cooperazione sociale (+1,4 per cento l’occupazione, per 7.124 unità e +6,7 per cento i ricavi, a 249 milioni di euro) che è attiva nei servizi socio-assistenziali, educativi e dell’inclusione lavorativa di persone svantaggiate, e quello della filiera agroalimentare (+4,8 per cento in valore, a quota 522 milioni di euro). «Il primo è un settore che è fortemente cresciuto negli ultimi venti anni accompagnando processi di trasformazione sociale ancora in atto che vedono un ruolo sempre maggiore per il privato sociale; mentre il comparto agroalimentare è ancora oggi un pilastro della cooperazione, rappresentando in diverse filiere, come quella del vino o della frutta, uno straordinario strumento per creare valore e garantire reddito agli agricoltori», è il commento di Nicola Galluà, segretario generale dell’associazione.

 

Confcooperative Fvg fa sapere, inoltre, che il monte salari pagato dalle imprese aderenti – cioè il totale delle retribuzioni ai lavoratori delle cooperative – assomma, complessivamente, a ben 272 milioni di euro: un cospicuo importo che contribuisce direttamente ai consumi e alla fiscalità regionale visto anche il radicamento territoriale della base sociale delle imprese cooperative, senza alcuna delocalizzazione.

 

  lista notizie in primo piano